Ex Centrale Termica – Concorso – Partecipazione

2010

L’ex Centrale Termica di Bagnoli, condividendo la filosofia dell’esistente citato progetto definitivo di consolidamento e restauro, tende a conservare il senso di una funzione mantenuta per tutto l’arco dell’esistenza: un involucro essenziale e tecnologico quale contenitore di altri processi.
Di assoluto valore, non solo per memoria storica e tecnologica ma anche estetica ed architettonica, è la struttura metallica tipica delle costruzioni industriali dei primi del 900 specie nelle architetture nord europee, capace di comunicare con immediatezza tanto la sua valenza portante che le sue finalità di “comando” della fabbrica.
Il valore maggiormente evidente della fabbrica risiede proprio nell’intensità della testimonianza documentale propria della “nudità” del suo scheletro ed alle cicatrici presenti sulla pelle dovute ai tanti “subiti” interventi successivi.
Pertanto, nel rispetto complessivo del valore della preesistenza e del previsto intervento di restauro, si dovrà provvedere all’inserimento delle funzioni sportive richieste utilizzando un approccio metodologico tale da mantenere la funzione di contenitore tecnologico senza inserire elementi falsamente d’epoca ma evidenziando le eventuali necessarie modifiche mediante un “etico” utilizzo di materiali e tecnologie che possano fare propri i ritmi, le proporzioni e le cadenze dell’esistente struttura manifestando, al contempo, il loro personale carattere di “novità”.

Credits
Progetto Studio Marco Pellegrini architetti
Coordinatore Arch. Marco Pellegrini
Architettura Arch. Salvatore Vaccaro
Architettura Arch. Mirko Russo
Collaborazione arch. Giuseppe Pellegrini
Collaborazione geom. Gaetano Nappo

© 2021 MUVA Museo virtuale di architettura e rispettivi proprietari